Condividi Segnala a facebook Segnala a Google Segnala a delicious Segnala a oknotizie Segnala a Microsoft Life Segnala a segnalo
Confederazione Italiana Agricoltori Provincia di Pisa

A SAN ROSSORE LA PRIMA GIORNATA DELLA CONSAPEVOLEZZA ALIMENTARE

Home » Notizie » Comunicati

Pubblicato il 15/09/2014 - 13:44

 

Sabato 4 ottobre 2014 si terrà nel Parco Naturale di S.Rossore la prima giornata della consapevolezza alimentare, organizzata dalla CIA di Pisa e dal Centro di Educazione Alimentare La MezzaLuna.

I lavori saranno impostati come una sorta di tavola rotonda, aperta agli interventi del pubblico, coordinata e guidata dal giornalista Rai Sandro Capitani.

I soggetti che interverranno parleranno dei loro progetti o delle loro attività attinenti il cibo, l’educazione alimentare e l’agricoltura.

Sarà poi dato spazio al dibattito e agli interventi di chiunque vorrà apportare il suo contributo.

Termineremo con una degustazione, rigorosamente a base di produzioni locali e stagionali.


 


 

Interessante e lodevole iniziativa, chiediamo a Giusi D’Urso, Presidente del Centro di Educazione Alimentare La MezzaLuna, come è nata l’idea di organizzare quest’incontro?

La manifestazione si pone l’obiettivo di un confronto aperto tra soggetti che, a vari livelli, si occupano di cibo, alimentazione e agricoltura. Non è un caso che gli organizzatori siano la Cia, cioè gli agricoltori e un centro di educazione alimentare, poiché sul legame tra cibo e agricoltura e soprattutto tra salute, buon cibo e buona agricoltura c’è molto da fare. La MezzaLuna ha già cominciato a lavorare su questo tema da oltre due anni; i professionisti che ne fanno parte e la CIA di Pisa da più tempo ancora.

Ci sembra importante il confronto periodico fra chi mette in atto pratiche virtuose sul territorio nazionale, perché fare rete è fondamentale. Vorremmo che questo diventasse un appuntamento fisso per presentare e confrontare idee, obiettivi e progetti concreti da mettere a disposizione di chi ne voglia fare buon uso.


 

Idealmente a chi si rivolge l’evento e quale pubblico si aspetta La MezzaLuna a questa iniziativa?

L’iniziativa è rivolta a chiunque voglia cominciare ad operare scelte virtuose per ricostruire la cultura del cibo, avendone inteso il peso, l’urgenza e l’importanza. Pertanto, ci aspettiamo e ci auguriamo un pubblico variegato e interattivo.


 

Qualche indiscrezione su alcuni invitati che hanno già confermato la loro adesione?

Gli ospiti saranno numerosi e interessanti per i contenuti e le esperienze che porteranno all’attenzione di tutti. Non voglio rovinare la sorpresa, ma posso anticipare che hanno dato la loro adesione dirigenti scolastici, amministratori, medici, operatori in vari settori sociali, scrittori, professionisti, associazioni di volontariato…insomma, sarà una manifestazione intensa!


 


 


 


 

Per finire, cosa si aspetta La MezzaLuna da questo incontro? Quali programmi ha il Centro di Ed. Alimentare per il futuro?

La MezzaLuna si aspetta, come in tutte le numerose occasioni che ha di incontrare le persone, che portare all’attenzione della cittadinanza questi temi, in modo trasversale, possa contribuire a creare, sempre di più e sempre meglio, un terreno di “consapevolezza” da cui ognuno possa trarre strumenti per una scelta alimentare ponderata. Vogliamo continuare a seminare bene, certi che l’educazione alimentare sia mezzo efficace e insostituibile.

Nel nostro immediato futuro ci sono progetti scolastici, laboratori per i bambini e le loro famiglie, pubblicazioni, corsi di cucina e sulla prevenzione a tavola, incontri sugli stili di vita e il movimento all’aperto, merende in azienda e molto molto altro. Siamo sempre in fermento, ma seguirci non è difficile: basta visitare il nostro blog (www.lamezzaluna.eu) e la nostra pagina facebook.


 

Photogallery
 

 
realizzato da Navigalibero